11 LUGLIO A LOURDES: ECCEZIONALE CONCERTO DI RICCARDO MUTI

Pubblicato 8 Giugno 2022 - 11:56

Anni fa abbiamo risposto all’appello di Sarajevo, città martire dilaniata da una guerra fratricida. Questo concerto è stato il primo dei “Ponti di fraternità” che abbiamo costruito, un pellegrinaggio che nel corso degli anni ha visitato città come Gerusalemme, Beirut, Mosca, Damasco, New York (dopo l’11 settembre), Nairobi, Kiev, Yerevan… E non dimentichiamo il Concerto della fraternità durante il quale si è levata la voce del Dalaï Lama.
La sofferenza non è l’unico linguaggio che ignora i confini. Quando scoppia un nuovo straziante conflitto, è la musica a diventare ambasciatrice del nostro messaggio di pace e solidarietà.” (Riccardo Muti)

Un concerto dedicato alle persone disabili

Il concerto  che si terrà a Lourdes l’11 luglio alle h.21 sul sagrato del Rosario, è organizzato in collaborazione con L’Offrande Musicale, un festival che, pur celebrando la bellezza e il ricco patrimonio del dipartimento degli Alti Pirenei dove ha luogo, si impegna a favorire la partecipazione del pubblico con disabilità.
Riccardo Muti si muove sempre dove è presente la fragilità. Questo è il motivo per cui propone questo concerto alle persone malate, disabili e ai loro accompagnatori (per la biglietteria cliccare qui

Lourdes prega per la pace

Il Santuario Nostra Signora di Lourdes accoglie e riunisce persone provenienti da tutto il mondo che vengono a deporre le loro sofferenze fisiche e morali. Dalla fine della seconda guerra mondiale, Lourdes è un luogo di riconciliazione e di preghiera per la pace. Simbolo di questo desiderio di unità e di pace è la presenza annuale del Pellegrinaggio Militare Internazionale, che riunisce soldati di tutto il mondo che vengono a pregare e a condividere insieme momenti di pace, armonia, preghiera e convivialità.
In questo contesto di preghiera per la pace, il Santuario Notre Dame de Lourdes l’11 luglio, alle h.21, ospita un concerto sul Sagrato del Rosario in collaborazione con L’Offrande Musicale. Riccardo Muti dirigerà la sua orchestra di giovani musicisti Luigi Cherubini e un coro che riunirà artisti italiani e ucraini.

Giovedì 14 luglio Riccardo Muti si recherà al Santuario Pontificio della Santa Casa di Loreto, il più grande santuario mariano d’Italia, per un concerto che si terrà sulla piazza dominata dalla Basilica.

Un programma eccezionale –  Ukraine/Handicap, tra le braccia del Rosario

Il Coro per il concerto accoglierà, oltre agli artisti italiani del coro Cherubini, il Coro dell’Opera Nazionale dell’Ucraina “Taras Shevchenko” diretto da Bogdan Plish.
Tra il Magnificat di Vivaldi, con il soprano Arianna Venditteli e il contralto Margherita Sala, e l’Ave verum corpus di Mozart, durante il quale si alzeranno le voci di un centinaio di bambini, il programma comprenderà il Concerto n° 1K 412 di Mozart affidato al corno suonato da Felix Klieser, lo Stabat Mater e il Te Deum di Verdi. Si esibiranno anche i Cantori dei Pirenei di Tarbes e Lourdes.
Felix Klieser è un artista nato senza braccia, il che non gli ha impedito di diventare un eccezionale suonatore di fiati… Si inserisce perfettamente in questo approccio di incontro con l’altro, con il diverso!

Al termine del concerto salirà sul palco la statua della Madonna, che ogni sera è in testa al corteo per la fiaccolata perché, come scrisse Pier Paolo Pasolini nella “Supplica a mia madre”: “Tu sei l’unica nel mondo a sapere ciò che è sempre stato nel mio cuore, prima di ogni altro amore”.

h.21:00: Sagrato della Basilica del Rosario
Eccezionalmente la processione con le fiaccole si svolgerà presso la Basilica San Pio X