1862-2022: 160 anni dal riconoscimento delle Apparizioni di Lourdes

Pubblicato 17 Gennaio 2022 - 10:01

Il 18 gennaio 1862, a nome della Chiesa cattolica, il Vescovo di Tarbes, Mons. Laurence, pubblicò la sua lettera “dichiarante il giudizio sull’apparizione avvenuta alla Grotta di Lourdes”. A quasi 4 anni dalle apparizioni della Madonna a Bernadette Soubirous, avvenute nella Grotta di Massabielle, ecco il riconoscimento ufficiale delle apparizioni della Vergine Maria a Lourdes.

Giudichiamo che l’Immacolata, Maria Madre di Dio, è realmente apparsa a Bernadette Soubirous, l’11 febbraio 1858 ed i giorni seguenti, nel numero di diciotto volte, nella Grotta di Massabielle, vicino alla città di Lourdes; che questa apparizione riveste tutti i caratteri della verità, e che i fedeli sono fondati nel crederla certa”.

Sulla base del lavoro della Commissione d’inchiesta da lui istituita nel 1858 e che era “incaricata di constatare l’autenticità e la natura dei fatti accaduti”, sulla base della testimonianza di Bernadette e sulle guarigioni accadute con l’acqua di Lourdes, il Vescovo di Tarbes riconosce ufficialmente le apparizioni, autorizza il culto e invita alla costruzione di un santuario facendo appello alla generosità dei donatori.

È a partire da questo testo fondatore, di cui un estratto è stato inciso nel marmo nella Basilica dell’Immacolata Concezione del Santuario Nostra Signora di Lourdes, che si andrà organizzando il culto e si svilupperanno i pellegrinaggi.

Quest'anno, per celebrare il 160° anniversario della pastorale, è in corso una ristampa eccezionale che sarà disponibile intorno ad aprile 2022, per l'apertura della stagione dei pellegrinaggi, presso la Libreria della Grotta e la e-librairie ufficiale del Santuario.