Vera Baboun

Tu sei qui

"La mia storia, con il cielo, Lourdes, la misericordia e la grazia": testimonianza di Vera

Vera è una cristiana palestinese. Quando suo marito Johnny fu arrestato per motivi politici, fece un voto alla Vergine Maria: "Quando sarà liberato, prometto di andare a Lourdes in pellegrinaggio insieme a lui per ringraziarla di averlo protetto". Nel frattempo, Vera mette da parte i soldi giorno dopo giorno. Tre anni dopo, Johnny viene liberato. Ma Vera non ha ancora abbastanza soldi per potersi recare a Lourdes: dovranno aspettare altri due anni prima di adempiere alla promessa. Giungeranno alla Grotta con una bimba in braccio, Lourdina, nata un anno prima. La fanno battezzare nella chiesa parrocchiale di Lourdes, quasi ad affidarla meglio alla Vergine di Lourdes.

Ciò che Vera dice nel video:

"Quando mio marito è stato condannato in Israele come prigioniero politico, sono andata alla Grotta del latte a Betlemme. Lì ho formulato il voto che, se mio marito non avesse avuto una lunga pena da scontare in prigione e la sua condanna fosse stata  influenzata da misericordia e grazia, allora, al momento della sua liberazione, sarei venuta a Lourdes con lui e la mia famiglia per ringraziare la Vergine Maria. Ringrazio Dio e la Vergine Maria, perché ha ricevuto una pena di soli tre anni. Per tenere fede alla mia promessa e fare il pellegrinaggio, ho potuto mettere da parte i soldi che mi servivano, grazie al mio lavoro. Johnny è stato liberato  nel 1993. Lourdina è nata nel 1994 e la mia promessa stata mantenuta nel 1995, quando sono venuta a Lourdes a ringraziare la Vergine Maria per la grazia che ci ha accordato e soprattutto per la possibilità di far battezzare mia figlia a Lourdes e darle il nome di Lourdina. Ecco la mia storia, con il cielo, la Grotta, la misericordia e la grazia della Vergine Maria. La grazia è gioia, la grazia è pace, la grazia è qualcosa che si riceve senza sapere come la si è ottenuta. Molte volte, nella nostra vita, soffriamo, ma sappiamo che la grazia è legata alla storia di Nostro Signore e della sua nascita. Nostro Signore è nato a Betlemme, fu crocifisso a Gerusalemme, ma è anche resuscitato a Gerusalemme. La grazia è questo momento di resurrezione nella sofferenza; resuscitare dalla sofferenza, oggi è per noi una grazia. Quando preghiamo a Lourdes, preghiamo per la risurrezione, per un fine, una nuova nascita che sorge dal dolore, dalla sofferenza o dalla sopraffazione. Preghiamo per trovare uno spazio dentro di noi che sia diverso dal dolore. Spesso, quando soffriamo, pensiamo solo alla sofferenza. Ho capito che la sofferenza è l'unico modo che ci ha permette di vivere l'altra faccia della situazione, in modo positivo e nella grazia. Immaginate di accettare la sofferenza perché questa sofferenza vi porterà una nuova vita, una vita diversa. D'altra parte, dobbiamo, al tempo stesso, pregare per ricevere la forza di portare questa croce. È questo che Lourdes ci aiuta a fare quando preghiamo la Vergine Maria affinché ci aiuti a sopportare la nostra sofferenza con la misericordia, in modo che la nostra sofferenza cessi e Lei ci aiuti con la sua intercessione. La grazia è gioia, la grazia è una vita bella, la grazia è semplicemente affidarsi a Dio attraverso l'intercessione della Vergine Maria."

Tabs