19 marzo: San Giuseppe

Pubblicato 8 Marzo 2021 - 10:39

Durante l’anno liturgico la Chiesa cattolica celebra due volte san Giuseppe: il 19 marzo, nella solennità di san Giuseppe sposo della Vergine Maria, il 1° maggio come san Giuseppe lavoratore (o artigiano). La devozione popolare ha consacrato il mese di marzo a san Giuseppe. Papa Giovanni Paolo II ha proposto la figura di san Giuseppe per la meditazione dei fedeli nella sua esortazione apostolica Redemptoris Custos (Il custode del Redentore), il 15 agosto 1989. Lo scorso 8 dicembre, nella solennità dell’Immacolata Concezione, Papa Francesco ha decretato in una lettera apostolica che quest’anno sarebbe stato dedicato a san Giuseppe. In questo anno 2021 San Giuseppe, sposo di Maria, padre adottivo di Gesù, patrono dei lavoratori, protettore della Chiesa universale, è particolarmente invocato dalle comunità di fedeli di tutto il mondo.

San Giuseppe sposo della Vergine Maria (I° secolo)

“Il Padre Eterno ha scelto san Giuseppe come responsabile e custode dei suoi maggiori tesori, vale a dire suo Figlio e la sua sposa. “(San Bernardino da Siena)
Gli evangelisti non hanno conservato nessuna parola di colui che chiama “giusto”. Il falegname di Nazaret in Galilea è presentato nelle Sacre Scritture come un marito tanto discreto quanto fedele e casto e come il padre adottivo del Figlio di Dio.
L’angelo gli disse: “Non aver paura di portare a casa Maria, tua sposa” e Giuseppe portò a casa sua moglie Maria.
Dopo la nascita di Gesù, l’angelo gli disse: “Alzati, prendi il bambino e sua madre” e Giuseppe si alzò prontamente. Obbedendo alla volontà di Dio, prese il bambino e sua madre e fuggì in Egitto.
È un vero figlio di Abramo: crede e fa ciò che Dio gli dice. Quando Gesù adolescente scompare per tre giorni durante il pellegrinaggio a Gerusalemme, Giuseppe aiuta Maria nella sua ricerca: “Tuo padre ed io ti cercavamo”. E Gesù scende di nuovo a Nazaret, soggetto a colui che, sulla terra, ha autorità paterna su di lui. Dio sapeva a chi aveva affidato il suo Figlio unigenito e sua Madre, all’uomo più capace di essere l’immagine perfetta del Padre.
Gli orientali hanno sempre onorato san Giuseppe, mentre la devozione allo sposo di Maria si è nel tempo sviluppata anche nella Chiesa latina.
Con la Lettera Apostolica Patris Corde (Con il cuore di un padre) papa Francesco ricorda il 150° anniversario della proclamazione di San Giuseppe a Patrono della Chiesa Universale. In questa occasione, dall’8 dicembre 2020 all’8 dicembre 2021, vivremo un “anno speciale dedicato a san Giuseppe”.

Nel Santuario san Giuseppe viene invocato ogni giorno

Per accompagnare questo momento di fervore grazie all’intercessione di san Giuseppe, il Santo Padre ha condiviso una preghiera a lui rivolta. Nel Santuario egli viene così invocato ogni giorno:

Salve, custode del Redentore,
sposo della Vergine Maria.
A te Dio ha affidato suo Figlio.
In te Maria ha riposto la sua fiducia.
Con te Cristo si è fatto uomo.
O beato Giuseppe,
sii un padre anche per noi
e guidaci sul cammino della vita.
Facci avere grazia, misericordia e coraggio,
e difendici da ogni male. Amen.