La Grotta è aperta: il ritorno dei pellegrini a Lourdes

Pubblicato 5 Giugno 2020 - 11:38

“Venite alla Grotta di Massabielle, sapete che qui vi aspetta il sorriso di Maria”.

La Grotta è stata riaperta ai pellegrini

Dal 17 marzo scorso, data d’inizio dell’isolamento nel nostro paese, i sacerdoti, diaconi e religiosi al servizio del Santuario si sono succeduti dalla mattina alla sera alla Grotta di Massabielle per portare ai piedi di Maria, l’Immacolata, questo mondo sofferente, per presentarle le decine di migliaia, sicuramente oltre 130.000, intenzioni di preghiera che ci avete inviato in tutte le lingue da tutti i continenti. È stata una splendida missione e una grande responsabilità per tutti noi.

L’abbiamo vissuta insieme a voi, perché sapevamo che attraverso la televisione e i social network eravate in comunione con noi. Abbiamo pregato insieme. Questa incessante preghiera si è conclusa con la meditazione del Papa di fronte alla Grotta di Lourdes posta nei giardini Vaticani, sabato 30 maggio alle 17:30.

Gli spostamenti sono tornati possibili in tutta la Francia e presto lo saranno in tutta l’Europa. I cappellani continueranno ovviamente a pregare per tutte le intenzioni che ci giungeranno, specialmente l’11 di ogni mese e durante la recita del rosario, che continuerà ad essere trasmesso ogni giorno in diverse lingue. Ma la Grotta è stata riaperta ai pellegrini che ora possono portare di nuovo la loro preghiera a Nostra Signora di Lourdes. Si apre una nuova fase: quella del ritorno dei pellegrinaggi, del ritorno dei pellegrini. Lourdes ha bisogno della loro presenza, ma anche loro hanno bisogno di Lourdes.

Venite alla Grotta di Massabielle; sapete che qui vi aspetta il sorriso di Maria!

Mons. Olivier RIBADEAU DUMAS
Rettore del Santuario di Nostra Signora di Lourdes