Si sta preparando il pellegrinaggio del 2020

Pubblicato 23 Gennaio 2020 - 16:42

Ogni inverno, il Santuario si prepara attivamente ad affrontare la stagione dei pellegrinaggi che giungeranno. Anche lontano da Lourdes, presso le direzioni delle associazioni di pellegrinaggi, nelle Hospitalité e nelle famiglie, tutta l’attenzione è rivolta alle date che sono state fissate da ciascuno per il grande incontro alla Grotta di Massabielle ai piedi di Maria.

Congressi in tutta Europa

Durante l’inverno le diocesi, i direttori dei pellegrinaggi e le Hospitalité organizzano congressi ai quali sono invitate tutte le figure incaricate di organizzare il pellegrinaggio a Lourdes. Durante questi incontri si condividono e progettano le proposte che animeranno il pellegrinaggio.

Alcune immagini di questi bellissimi scambi.

“Io sono l’Immacolata Concezione”

Il tema per il 2020 si ispira alle parole scelte dalla Signora per rispondere alla richiesta di Bernadette di presentarsi: “Io sono l’Immacolata Concezione”. Per illustrarla, i pellegrini troveranno tutte le spiegazioni nei testi messi a loro disposizione sul nostro sito

Tre celebrazioni

Per aiutarvi a vivere pienamente il vostro pellegrinaggio, vi illustriamo alcuni gesti che potrete compiere.

Fare il gesto dell’acqua

Con il battesimo, Cristo ci ridona accesso alla sorgente di vita collocata nei nostri cuori. Il Santuario propone una celebrazione dell’acqua, personale o comunitaria. Può essere arricchita con canti e preghiere (preparare dei contenitori pieni d’acqua della Grotta e dei bicchieri per i partecipanti).

Accendere una candela

Maria, Immacolata, è un essere di luce. La candela accesa da Bernadette l’ha aiutata a pregare. Ci ricorda quella tenuta dal padrino e dalla madrina durante il battesimo. Imitiamo Bernadette, andiamo alla Grotta per chiedere una luce per la nostra vita. A Lourdes, ogni giorno si conclude con la processione con le fiaccole, a partire dalle h.21,00.

Confessarsi

Bernadette, vedendo la bella Signora di Massabielle tutta “avvolta dalla luce”, si confesserà per la prima volta nella sua vita tre giorni dopo la prima apparizione. Il tema pastorale “Io sono l’Immacolata Concezione” ci permette di riflettere sul perdono, perché la presenza di Maria apre la speranza. Il perdono concesso o ricevuto apre la vita dell’uomo che diviene di nuovo libero. Il Santuario propone una celebrazione del perdono sotto lo sguardo di Maria. Preghiamo Maria affinché, rassicurati dalla sua tenerezza e dalla misericordia di Dio, possiamo ricevere il Sacramento della confessione.